Storia di "Villa Corner" e
delle "Barchesse"

Verso la fine del 1400, Caterina Cornaro, regina di Cipro, fu costretta a cedere il suo regno alla repubblica Veneta, ottenendo in cambio i feudi di Asolo e Castelfranco, che furono nei secoli successivi i più cospicui possedimenti di famiglia. Villa Corner, iniziata nel 1500 sotto la direzione di Vincenzo Scamozzi, fu profondamente modificata nel 1700 da giovanni Corner, Vescovo di Castelfranco, che l'affidò agli architetti Miazzi, Mattoni e Preti.

Storia di "Villa Corner" e
delle "Barchesse"

Verso la fine del 1400, Caterina Cornaro, regina di Cipro, fu costretta a cedere il suo regno alla repubblica Veneta, ottenendo in cambio i feudi di Asolo e Castelfranco, che furono nei secoli successivi i più cospicui possedimenti di famiglia. Villa Corner, iniziata nel 1500 sotto la direzione di Vincenzo Scamozzi, fu profondamente modificata nel 1700 da giovanni Corner, Vescovo di Castelfranco, che l'affidò agli architetti Miazzi, Mattoni e Preti.

Così la Villa, con l'aggiunta del pronao di stile palladiano, acquistò le attuali sembianze. Nello stesso periodo furono costruite dagli stessi architetti le stupende "Barchesse". Nel 1918 la Villa fu occupata dal Generale Enrico Caviglia, Comandante dell'8° e10° Corpo d'Armata. I due cannoni nell'entrata del parco risalgono a questa epoca. Nel 1968, Sir Stafford Sands acquistò Villa Corner dalla famiglia Oreffici (prima era della famiglia Frona). In quella epoca Sir Stafford ospitò molti amici prestigiosi, tra i quali paul Getty, Rockfeller e Maria Callas.

Nel 1980 il Conte Nicolò Donà delle Rose (imposrtante famiglia veneziana con tre Dogi: Francesco 1544, Leonardo 1606 e Nicolò 1616), comprò Villa Corner con le Brchesse, dando il via ad una sapiente opera di restauro e ristrutturazione, trasformando e barchesse in prestigiosi appartamenti di vacanza. La struttura si trova nella campagna Trevigiana a pochi metri dal Parco Naturale del Fiume Sile E' una location ideale per visitare la Regione Veneto con i suoi borghi storici, le Ville Palladiane, i percorsi eno-grastronomici godendo di una posizione centrale che consente di raggiungere facilmente Treviso, Padova e Vicenza. La stazione ferroviaria di Castelfranco Veneto dista solo 8 km, con collegamenti diretti per Venezia.